27.11.10

Incontro pubblico con Marco Ferrando sabato 04/12 al CRC Antella


2° congresso provinciale del PCL di Firenze


Sabato 4 dicembre

ore 14:30 C.R.C. Antella via Pulicciano (Bagno a Ripoli)


Dibattito pubblico:

"Lavoro, crisi economica e lotta di classe, quali prospettive per i lavoratori?"


Interviene:

Marco Ferrando


25.11.10

Solidarietà ai lavoratori Sasch

L'azienda fiorentina SASCH, del patron Roberto Cenni(sindaco di Prato), schiacciata da un debito di circa 150 milioni di euro, ha intenzione,per salvarsi,di costruire una nuova "newco" che rilevi circa 22 negozi(per un totale di 115 dipendenti); con questo nuovo piano resterebbero a casa circa 60 dipendenti del "vecchio" gruppo SASCH.
IL PCL di Firenze esprime la sua vicinanza e sostiene con forza le lotte che stanno portando avanti i lavoratori della SASCH; affinchè,come ormai da consuetudine,la crisi del mondo e del sistema capitalista non venga pagato SOLO dai lavoratori.

NOI LA VOSTRA CRISI NON LA PAGHIAMO

24.11.10

Se non ora quando?

SE NON ORA QUANDO?!
LA CRISI DEL SISTEMA ITALIA E DELLA BORGHESIA ITALIANA:
UNA POSSIBILITÀ PER LA SINISTRA ANTICAPITALISTA

1 dicembre 2010 c/o Archivio 68 via G.Orsini, 44 Firenze
ore 19.30 Apericena del PCL : “Fettunta rossa” (a offerta)
ore 21.00 ASSEMBLEA PUBBLICA con MAURO CASADIO,
Coordinatore nazionale della Rete dei Comunisti
Interverranno: SIMONE FAINI PCL,
ILDO FUSANI Sinistra Critica,
SANDRO TARGETTI dei circoli critici del PRC,
AUGUSTO SCAGLIOSO, coordinatore FGCI Firenze (PdCI),
MASSIMO GRANDI, coordinatore Presidio Comunista di Studio e Formazione Firenze
Coordina: Leonhard Schaefer

I crescenti contrasti nella maggioranza del governo Berlusconi sono la manifestazione evidente di una profonda crisi di prospettive della borghesia nostrana. Le contraddizioni interne del “sistema Italia”, la pesante ingerenza dell’Unione Europea sulle scelte dei singoli stati e la crisi economica internazionale, portano a galla le contraddizioni strutturali di questo paese reso ancora più instabile dalla camicia di forza del sistema elettorale maggioritario e dal bipolarismo politico.
Solo sulla base della indipendenza politica e di classe che è possibile concepire una nuova sinistra- rappresentanza dei lavoratori e delle classi subalterne- e costruire un fronte unitario delle lotte politiche e sociali. Una rappresentanza ampia e democratica del blocco sociale dove possano trovare spazio tutte le realtà e dove, noi pensiamo, che i comunisti possano ritrovare una funzione avanzata ed unitaria. Lanciamo un appello affinché questa rappresentanza politica degli interessi dei lavoratori agisca in modo coerente e indipendente dalla camicia di forza del bipolarismo a tutti i livelli, inclusa e non esclusa la dimensione elettorale.
Su questa opzione vogliamo aprire qui ed ora un confronto con tutte le realtà nei movimenti sociali, sindacali, ambientali, democratici, nella sinistra anticapitalista e con le organizzazioni comuniste per verificare valutazioni, convergenze, proposte concrete per i prossimi mesi.
Promuovono l’iniziativa:

La Rete dei Comunisti
http://www.contropiano.org/
Archivio Il Sessantotto
archivioilsessantotto@associazioni.comune.fi.it

23.11.10

Adesione al presidio di giovedi 25 novembre contro la visita di Santanchè e De Corato

Il Partito Comunista dei Lavoratori Toscana aderisce ed invita a partecipare al presidio organizzato dagli studenti del Collettivo di Scienze Politiche Giovedi 25 presso il polo universatario di Novoli Firenze alle ore 9.30, al fine di impedire alla fascista Daniela Santanchè e al noto sgomberatore di centri sociali e razzista De Corato vice Sindaco di Milano di parlare liberamente all'interno dell'Università.
I lavoratori e gli studenti di Firenze e della Toscana in generale non possono e non devono permettere che simili personaggi si rechino indisturbati in una pubblica università ad enunciare le loro teorie di repressione e di intolleranza verso gli immigrati.
Nel momento in cui la protesta di migliaia di lavoratori immigrati duramente colpiti dalla sanatoria truffa per i permessi di soggiorno, esplode in tutta Italia ( si veda Brescia ) e si va ad intrecciare con le lotte dei giovani precari, degli studenti e dei lavoratori metalmeccanici, questo insulso comizio organizzato dagli studenti per la libertà assume di fatto la veste di provocazione.
Un segnale forte del Governo al Presidente della Regione Enrico Rossi poichè siano accelerati i tempi di costruzione di un C.I.E. anche in Toscana, progetto avallato dal PD e sottoscritto dal PRC nell'accordo elettorale.
A differenza di queste "sedicenti" sinistre il PCL si schiera fermamente a difesa dei lavoratori immigrati, si oppone alla costruzione di CIE in Toscana ed ovunque e sostiene attivamente i movimenti antirazzisti e di opposizione alla xenofobia delle destre.

Partito Comunista dei Lavoratori della TOSCANA

14.11.10

Con il popolo Saharawi fino alla vittoria








video

Alcune foto e immagini del presidio di questa mattina a Firenze in solidarietà con il popolo Saharawi.

Il PCL si schiera al fianco del popolo Saharawi e del fronte POLISARIO nella eroica lotta contro l'oppressione coloniale del Marocco ed a favore della libertà e dell'autodeterminazione.

Per un Saharawi libero, indipendente e socialista.

4.11.10

Solidarietà con i compagni sotto processo

Il 13 maggio 1999, a Firenze, nei pressi del consolato statunitense, migliaia di persone manifestarono pacificamente contro la guerra in Jugoslavia.
In quella occasione ci fu uno scontro tra i manifestanti e la polizia, che caricò senza motivo alcuno i partecipanti; cosa che si evince anche dalle numerose testimonianze e video.
Nei giorni seguenti la manifestazione ci fù il fermo di 13 compagni,che vennero condannati in 1° grado all'assurda pena di 7 anni di reclusione.
Venerdì 5 novembre 2010 inizierà, sempre a Firenze, il processo di appello per i 13 compagni, "colpevoli" di aver manifestato contro la guerra; e quindi, ingiustamente puniti.

Il PCL di Firenze esprime la più profonda e sincera solidarietà ai 13 compagni vittime della repressione, ed a tutti quelli che ,in ogni parte del mondo, si battono per la libertà contro l'oppressione.

HASTA LA VICTORIA SIEMPRE

Sostieni il PCL

Sono in vendita le nuove magliette del PCl a 12 € l'una più spese di spedizione, mettiti in contatto con la nostra mail per acquistarle