23.12.06

Il Mugello era e resta antifascista


Stamani si è svolta a Borgo San Lorenzo la manifestazione antifascista in risposta al raid vandalico della settimana scorsa ai danni della sede del locale circolo del PRC. Alla manifestazione, pur essendo stata preparata in poco meno di una settimana ed essendo questo un sabato prenatalizio, hanno partecipato oltre 500 compagni e compagne. Erano presenti ovviamenti il Partito della Rifondazione Comunista, noi del Partito Comunista dei Lavoratori, i Carc, il PMLI, l'ANPI e sopratutto molti cittadini di Borgo e di tutto il Mugello. Si notava invece la totale assenza dei partiti dell'Unione che evidentemente non ritengono l'antifascismo una priorità politica.
Unico neo della giornata la piattaforma della manifestazione secondo noi molto moderata e frutto della deriva governista del PRC che colpisce ormai anche i militanti della base. Dopo un fatto così grave come la devastazione e l'incendio di una sede politica in un luogo simbolico come Borgo non basta secondo noi un generico richiamo alla difesa dei valori della democrazia ma andava invece detto chiaramente che ai fascisti non va concessa nessuna agibiltà politca, vanno chiuse le loro sedi ed impediti i loro raduni. Dopo quello che abbiamo visto a Colle Val d'Elsa, dove un manipolo di teste rasate di Forza Nuova hanno danneggiato il cantiere della moschea, non possiamo più permettere a questi topi di fogna di agire indisturbati. Dobbiamo lavorare tra i giovani, le donne, i lavoratori, gli immigrati per rilanciare un movimento di massa contro tutti i fascismi vecchi e nuovi.
Firenze, 23/12/2006

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Sottoscrivo pienamente, avete agito anche per me.

La più totale e profonda solidarietà.

Avv. Stefano Procaccini

socioweb ha detto...

Puoi imparare l'antifascismo da un semplice ragazzino di oggi?

Sostieni il PCL

Sono in vendita le nuove magliette del PCl a 12 € l'una più spese di spedizione, mettiti in contatto con la nostra mail per acquistarle