10.2.07

In centinaia rispondono all'appello dell'ANPI contro i fascisti




Sabato 10 si è tenuto il presidio antifascista dopo l'appello dell'ANPI. Al presidio erano presenti oltre 500 tra compagni e compagne. La manifestazione è iniziata alle 15:00 e si è sciolta alle 19:30 dopo aver impedito ai fascisti di organizzare la fiaccolata nella piazza dove era prevista.


Sui giornali di sabato abbiamo letto che al presidio aderivano anche i partiti della sinistra istituzionale (DS, Prc, Pdci e Verdi), attribuendosene addirittura la paternità e minacciando di andarsene nel caso ci fosse stato anche il minimo incidente. Durante tutta la manifestazione erano una piccola minoranza relegata nei giardini di Piazza della Libertà. La parte più corposa dei manifestanti si è invece posizionata sui viali scandendo slogan sull'impossibilità di una pacificazione con i fascisti.


Per quanto riguarda questi ultimi hanno sfilato in circa 200-300 (giunti da tutta la Toscana), protetti da uno schieramento massiccio di forze dell'ordine. Hanno fatto la solita figura dei topi di fogna braccati e scortati per poi dileguarsi a fine manifestazione.




Ora e sempre resistenza

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Ragazzi, ho visto le immagini dei tg...
I fascisti erano almeno 500.
Comunque è andata bene...

Anonimo ha detto...

erano forse 300 o 400 ma provenienti da tutta la toscana per una manifestazione regionale...la loro solita figura da topi di fogna

Sandro ha detto...

DESTRA: 500 persone (100 dalla toscana, 400 da Firenze) applauditi dai cittadini che hanno esposto tricolori alla finestra.
SINISTRA: 300 persone (50 istituzionali, 250 autonomi) in Piazza Libertà a non impedire un bel niente e con le bandiere della Rep. Popolare Jugoslava nel giorno del Ricordo.

Da sempre comunista. Da sempre antifascista. Oggi mi sono vergognato.

Anonimo ha detto...

Vedo come sei antifascista, prima dai i numeri, onestamente credo che in piazza eravamo oltre 500, 150 tra PRC e PDCI e almeno 300-400 tra cpa pcl anarchici movimento di lotta per la casa e emerson, i fasci esrano tanti per i nuemri a cui siamo abituati ma come fai a sapere da dove venivano eri li? e poi cosa hai contro la bandiera della jugoslavia? dall'altra sventolavano il tricolore simbolo dell'imperialismo e delle imprese coloniali e neocoloniali

France ha detto...

Il tricolore simbolo di che? Dell'imperialismo neocoloniale? Fino a prova contraria è la bandiera del tuo paese, del nostro paese. Può piacere o meno, ma non ho mai capito questa manìa di "!regalare" il tricolore ai fascisti, come se fosse roba loro. Il tricolore era issato anche sulle colonne partigiane che hanno liberato l'Italia...non te ne dimenticare!

Anonimo ha detto...

La mia bandiera non e' tricolore ma solo rossa con la falce ed il martello, il tricolore lo lascio ai fasci

Anonimo ha detto...

io sono comunista ma amo la mia patria,amo le sue montagne,il suo mare i suoi splendidi laghi e fiumi che per colpa dei nazionalisti(che e diverso dal termine patriota)(berlusconiani o prodiani o fascisti che essi siano)le stanno distruggendo,il tricolore non e roba da fascisti,il tricolore come bandiera ha un'origine rivoluzionaria ,garibaldi era fortemente patriota eppure ha simpatizzato per la prima internazionale ed ha sostenuto la comune di parigi.bisogna distinguere il termine patriottismo e il termine nazionalismo.Daniele

Sostieni il PCL

Sono in vendita le nuove magliette del PCl a 12 € l'una più spese di spedizione, mettiti in contatto con la nostra mail per acquistarle